Dal 1869 l’isola è sede di una Colonia Penale che ne occupa tutto il territorio. La gestione penitenziaria ha trovato nell’isola e nelle sue potenzialità di tipo naturalistico una grande opportunità per il recupero sociale dei detenuti e occasioni per sperimentare nuove tecnologie ecosostenibili. E’ la più settentrionale e la più piccola – con 2.2 Km2  di superficie è un centesimo dell’Isola d’Elba – raggiungibile da Livorno con una ora e mezza di traghetto. Per secoli è stata luogo di ritiro e preghiera per eremiti e monaci, anche se la Repubblica Pisana e il Granducato di Toscana hanno lasciato tangibili testimonianze della loro egemonia. Il piccolo villaggio, di origine settecentesca, racconta la storia del difficile inserimento di una comunità civile a partire dal XVIII secolo ed evidenzia la genuina espressione urbanistica dei villaggi dei pescatori in Italia.

Gorgona è copiosamente coperta dai boschi e la macchia mediterranea, florida e varia, si arrampica sulle scoscese falesie, abitate da numerose colonie di gabbiani ed altre interessanti specie ornitiche. Il mare che circonda l’isola è interdetto alla navigazione.

Proposte: visita giornaliera